Il movimento ceciliano in diocesi di Concordia

Luca Canzian

Il contributo del compositore Giuseppe Pierobon con il catalogo delle sue opere sacre

30,00 €

Aggiungi al carrello

Il lavoro, segnalato con menzione speciale alla terza edizione del Premio "Pier Luigi Gaiatto" indetto dalla Fondazione Ugo e Olga Levi onlus di Venezia, ricostruisce sulla base di una vastissima documentazione archivistica e documentaria e dello spoglio di articoli apparsi su otto periodici (dal 1877 al 1963) – materiali rinvenuti in gran parte presso la Biblioteca del seminario diocesano e l'Archivio storico diocesano siti a Pordenone – l'attività della diocesi di Concordia (oggi Concordia-Pordenone) in relazione al movimento ceciliano di riforma della musica sacra nel periodo compreso tra gli anni Settanta del XIX secolo e l'emanazione della Costituzione Sacrosanctum Concilium sulla sacra liturgia del 4 dicembre 1963. Esso, inoltre, pone particolare attenzione al contributo del compositore di origini padovane (Massanzago) Giuseppe Pierobon (1893-1986), attivo in questo contesto (con residenza a Zoppola) dagli anni Dieci del XX secolo, analizzando una selezione di composizioni e fornendo il catalogo delle opere sacre.

Il rapporto tra la diocesi di Concordia e il cecilianesimo italiano risulta quindi approfonditamente indagato e il lavoro si segnala per l'originalità dei risultati, la correttezza metodologica, l'accuratezza nell'analisi delle fonti e la capacità di tenerle sotto controllo attraverso un chiaro schema interpretativo.

Appendici

I. Documenti d'archivio

II. «Bollettino Ceciliano»

III. «Musica Sacra»

IV. «Santa Cecilia»

V. «La Scuola Veneta di Musica Sacra»

VI. «Lo Svegliarino Musicale»

VII. «La Concordia»

VIII. «Il Popolo»

IX. «Rassegna Ecclesiastica Concordiese»

Dettagli articolo

  • Editore: Usci Friuli Venezia Giulia
  • Anno: 2017
  • Pagine: 472
  • ISBN: ISBN 978-88-942735-0-2
  • Copertina: flessibile
  • Formato: 17x24x2,5
Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.